Ricorso esame di avvocato

Il nostro Studio si occupa di ricorsi inerenti la mancata ammissione alle prove orali o la bocciatura nell’esame di abilitazione alla professione forense.

Il ricorso per la mancata ammissione all’esame di avvocato è di tipo individuale, e prevede un attento studio della documentazione fornita dal candidato, caso per caso.

Per partecipare a tale categoria di ricorso, il candidato deve anzitutto presentare un’istanza di accesso agli atti e successivamente inviarci per la valutazione:

– elaborati scritti e corretti con relativo punteggio;
– verbali d’aula delle 3 giornate di svolgimento della prova;
– verbale di raggruppamento delle buste contenenti gli elaborati delle tre prove scritte;
– criteri di correzione stabiliti dalla commissione centrale per la prova scritta e per quella orale;
– verbale della Corte di appello di correzione con annessa assegnazione degli elaborati alle varie sottocommissioni a cui è demandata la correzione;
– verbale di recepimento dei criteri della commissione centrale da parte della commissione di correzione;
– verbale di correzione delle proprie prove.

Inviate gli allegati alla mail elio.errichiello@gmail.com

Lo studio offrirà agli esclusi un parere circa la proponibilità di un ricorso al Giudice amministrativo.

Tra i principali vizi valutati dai Giudici, l’erronea composizione della Sottocommissione di Catanzaro in spregio a quanto previsto dall’art. 22, comma 4, del regio decreto 22 gennaio 1934, n. 37 e dei criteri generali stabiliti dalla commissione centrale operante presso il Ministero della giustizia, o  il mancato mescolamento delle buste da parte della commissione c.d. di correzione in violazione del principio dell’anonimato.

Seguici su Facebook